Conservativa 2018-01-31T14:18:47+00:00

Conservativa

La conservativa è una specializzazione dell’odontoiatria generale che si occupa della riabilitazione, dell’anatomia, dell’estetica e della funzione del singolo elemento dentario compromesso a causa di un processo carioso o di un evento traumatico.

La terapia conservativa può essere necessaria anche solo per esigenze di tipo estetico come, per esempio, la sostituzione di otturazioni grigie con otturazioni estetiche armonizzate con il colore del singolo dente.

La terapia conservativa effettuata dal nostro centro è esclusivamente di tipo estetico-funzionale. L’esperienza dei nostri operatori è coadiuvata dall’utilizzo di materiali di alta qualità e di tecnologie all’avanguardia, che consentono di realizzare terapie efficaci e durature nel tempo.

A seconda delle esigenze, i nostri operatori esperti sceglieranno il trattamento adeguato al caso singolo, per garantire il risultato migliore.

CASI CLINICI
BIBLIOGRAFIA

OTTURAZIONI

Le otturazioni vengono eseguite un’unica seduta direttamente dal clinico specializzato. Si effettuano quando il processo carioso è di piccole dimensioni e coinvolge principalmente la superficie masticatoria dell’elemento dentale.

CASI CLINICI

OTTURAZIONI AL COLLETTO DENTALE

L’otturazione al colletto dentale è una pratica volta alla copertura diretta, attraverso l’utilizzo di materiali compositi, di quella porzione di dentina, adiacente alla gengiva e che dovrebbe essere coperta da questa, emersa per cause di tipo traumatico (es. errato spazzolamento) oppure per cause di tipo patologico (es. malattia parodontale).

Questo tipo di terapia è consigliata sia per fattori estetici, sia per fattori legati alla sensibilità dentale.
La dentina ha caratteristiche diverse rispetto allo smalto dentale:

  • Colore: presenta un colore più scuro
  • Innervazione: è largamente innervata e quindi è molto sensibile, a differenza dello smalto dentale che non è innervato.
  • Durezza: è meno dura e resistente rispetto allo smalto dentale, per tanto è più soggetta all’attacco della carie.
CASI CLINICI

RICOSTRUZIONI

Le ricostruzioni sono una pratica della terapia conservativa volta a ristabilire l’anatomia e la funzione di una o più parti degli elementi dentari compromessi da carie o trauma. Questo tipo di trattamento è consigliato quando la porzione di dente da ricostruire è di medie dimensioni e coinvolge due o più superfici. Anche questa pratica, come l’otturazione, viene eseguita in un’unica seduta direttamente dal clinico specializzato.

>> Ricostruzione anteriore
>> Ricostruzione posteriore
CASI CLINICI

INTARSI

Quando la quota dell’elemento dentario da ricostruire supera specifiche dimensioni, è consigliato ricorrere ad una tecnica di ricostruzione indiretta (ovvero che avviene in laboratorio e non direttamente in bocca) detta: intarsio.

Questa terapia viene eseguita in due sedute: nella prima seduta viene preparata la cavità che accoglierà l’intarsio, con eventuale rialzo del pavimento della cavità, detto BUILD – UP. Dopo la preparazione della cavità si procede con la rilevazione di un’impronta di entrambe le arcate, che consentiranno ai nostri tecnici di laboratorio la costruzione dell’esatta parte mancante.

Nel secondo appuntamento si procederà con la cementazione del manufatto all’interno della cavità preparata precedentemente. L’adesione viene garantita da prodotti adesivi chimici dentali, che permettono una chiusura perfetta tra elemento dentale e intarsio.

L’intarsio è indicato nelle grandi ricostruzioni perché garantisce una migliore chiusura tra dente e restauro nel lungo termine, riducendone il rischio cariogeno., oltre a maggiore resistenza e durata nel tempo rispetto alle normali otturazioni o ricostruzioni. Inoltre, l’intarsio consente di ripristinare correttamente la fisiologica forma del dente, restituendo quindi una funzione corretta.

CASI CLINICI

FACCETTE IN CERAMICA

Le faccette in ceramica consistono in sottili lamine di porcellana che vengono applicate sulla superficie esterna dei denti anteriori, previa una diagnosi e cura degli stessi, per mascherare imperfezioni legate al colore, alla forma e/o alla posizione.

Il loro spessore medio è di 0,5-0,7 mm.

Lo spessore sottile della ceramica conferisce alla faccetta una semitrasparenza molto naturale e a differenza dei materiali compositi, non subisce pigmentazioni e discromie nel lungo termine.

Il dente viene preparato per accogliere il restauro attraverso l’eliminazione di una piccola porzione di sostanza dentale entro i limiti dello smalto. Verrà poi presa un’impronta di precisione sulla quale il tecnico di laboratorio costruirà la faccetta da posizionare e cementare opportunamente sulla superficie dentale interessata.

Grazie alla digitalizzazione e allo studio preliminare del singolo caso, è possibile eseguire una simulazione del risultato definitivo, da discutere con il paziente prima della realizzazione.

Possiamo raccogliere le Indicazioni a tale trattamento nel seguente elenco:

  1. Discromie (macchie permanenti) non trattabili con lo sbiancamento
  2. Difetti di colore e/o deterioramento di grandi ricostruzioni in composito
  3. Difetti dello smalto (es. amelogenesi imperfetta)
  4. Diastemi (spazio fra i denti)
  5. Denti con lievi anomalie di posizione per ottenere un allineamento simil- ortodontico
  6. Anomalie di forma (es. denti conoidi) o usure o necessità di trasformarne la forma, rendendola più adeguata al soggetto.
  7. Denti abrasi per motivi chimici (sostanze acide come limone, coca cola…) o meccanici (es. bruxismo, errata tecnica di spazzolamento …)

Presso il nostro centro è possibile eseguire una consulenza estetica volta alla realizzazione del sorriso più adeguato al caso specifico.

Chiedici qualsiasi informazione

Clicca sul pulsante e compila il piccolo form.
Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.
COMPILA IL FORM
error: Content is protected !!