Protesi 2018-01-12T11:58:28+00:00

Protesi Dentale

Con “protesi” si intendono tutti i dispositivi, fissi o rimovibili, realizzati dal laboratorio odontotecnico (previa prescrizione del medico odontoiatra) che vanno a ripristinare una parte o la totalità di uno o più elementi dentali, rispettando canoni funzionali ed estetici ben precisi.

È possibile che questi dispositivi vengano posizionati sia su elementi naturali, che hanno perso un’elevata quantità di tessuto a causa di traumi o devitalizzazioni, ripristinando la parte mancante dell’elemento, sia su impianti, ripristinando la totalità dell’elemento.

Presso il nostro centro, la capacità degli operatori nella scelta dei materiali e delle procedure e il lavoro di equipe, tra specialista e tecnico di laboratorio, garantiscono la realizzazione di protesi precise e durature nel tempo.

FACCETTE IN CERAMICA

Le faccette in ceramica consistono in sottili lamine di porcellana che vengono applicate sulla superficie esterna dei denti anteriori, previa una diagnosi e cura degli stessi, per mascherare imperfezioni legate al colore, alla forma e/o alla posizione.

Il loro spessore medio è di 0,5-0,7 mm.

Lo spessore sottile della ceramica conferisce alla faccetta una semitrasparenza molto naturale e a differenza dei materiali compositi, non subisce pigmentazioni e discromie nel lungo termine.

Il dente viene preparato per accogliere il restauro attraverso l’eliminazione di una piccola porzione di sostanza dentale entro i limiti dello smalto. Verrà poi presa un’ impronta di precisione sulla quale il tecnico di laboratorio costruirà la faccetta da posizionare e cementare opportunamente sulla superficie dentale interessata.

Grazie alla digitalizzazione e allo studio preliminare del singolo caso, è possibile eseguire una simulazione del risultato definitivo, da discutere con il paziente prima della realizzazione.

Possiamo raccogliere le Indicazioni a tale trattamento nel seguente elenco:

  1. Discromie (macchie permanenti) non trattabili con lo sbiancamento
  2. Difetti di colore e/o deterioramento di grandi ricostruzioni in composito
  3. Difetti dello smalto (es. amelogenesi imperfetta)
  4. Diastemi (spazio fra i denti)
  5. Denti con lievi anomalie di posizione per ottenere un allineamento simil- ortodontico
  6. Anomalie di forma (es. denti conoidi) o usure o necessità di trasformarne la forma, rendendola più adeguata al soggetto.
  7. Denti abrasi per motivi chimici (sostanze acide come limone, coca cola…) o meccanici (es. bruxismo, errata tecnica di spazzolamento …)

Presso il nostro centro è possibile eseguire una consulenza estetica volta alla realizzazione del sorriso più adeguato al caso specifico.

CORONE SU DENTI

La corona in ceramica è un dispositivo protesico, che ripristina esattamente la parte mancante dell’elemento dentario ristabilendo l’anatomia, l’estetica e la funzionalità di un dente naturale.

La realizzazione della corona necessita di 2 sedute:

  • Nella prima seduta l’elemento da ricoprire viene preparato dall’operatore specializzato, che gli conferirà una forma adatta ad accogliere il manufatto protesico. Successivamente verrà presa un’impronta di precisione che verrà consegnata al laboratorio odontotecnico insieme alle indicazioni estetiche.
  • Nella seconda seduta si procederà alla cementazione del manufatto e all’adattamento dello stesso all’interno del cavo orale.

I nostri tecnici di laboratorio realizzeranno il dispositivo protesico che si presenterà esternamente formato da ceramica, che si integrerà in maniera perfetta all’interno del cavo orale sia per quanto riguarda il colore sia per quanto riguarda la forma anatomica dell’elemento. La parte interna del dispositivo protesico è rinforzata o da una lega di metalli nobili oppure da sostanze dette “metal free” come la zirconia, che a seconda dell’indicazione specifica, ridonano un’estetica migliore.

PONTI PROTESICI

I ponti protesici vengono realizzati quando è necessario il ripristino di un elemento dentario e non è possibile posizionare un impianto. In tale situazione il ripristino dell’elemento mancante, prevede il confezionamento di corone utilizzando gli elementi dentari contigui a quello mancante. Queste fungeranno da pilastri, consentono di supportare l’ elemento dentario mancante ad esse connesso.

Laddove fosse possibile, l’uso dell’impianto è sempre la scelta più corretta e conservativa, poiché consente di non toccare gli elementi dentari contigui a quello mancante, andando a ripristinare un elemento mancante come elemento singolo.

PONTE MARYLAND

Il ponte Maryland, viene definito ponte adesivo, poiché viene “incollato” attraverso dei cementi resinosi, sulle superfici interne degli elementi dentari contigui a quello mancante. Tecnicamente risulta essere molto conservativo, ma purtroppo ha un limite di utilizzo in quanto è meglio indicato nelle aree anteriori della bocca, poichè il tipo di adesione non è efficace al punto da poter supportare la masticazione nei settori posteriori, comportando possibili distaccamenti.

Il suo impiego vede un utilizzo come provvisorio nell’attesa di un ripristino definitivo dell’area interessata con sistemi più sicuri nel medio e lungo termine.

PROTESI SU IMPIANTI

Questo tipo di protesi viene posizionata a seguito di un trattamento chirurgico* che prevede l’estrazione* di uno o più elementi dentari e la sostituzione di essi con impianti*.

Dopo aver atteso la completa guarigione e quindi la cosiddetta “osteointegrazione*” dell’impianto nel sito implantare*, si provvederà alla riabilitazione protesica dello stesso con l’utilizzo di manufatti che ripristineranno l’anatomia del dente mancante.

Le protesi su impianti* vengono cementate sulla sovrastruttura emergente dall’impianto* chiamata ABUTMENT* (moncone).

L’abutment* è una struttura metallica che viene applicata sull’impianto* ed è l’unica parte di esso che compare all’interno della cavità orale e ha la funzione di sostituire il moncone. La corona protesica (o il ponte) che alloggerà al di sopra dell’abutment* ha le stesse caratteristiche, per quanto riguarda estetica e struttura, di una corona protesica destinata alla copertura di un elemento naturale.

SCHELETRATI

Gli scheletrati sono delle protesi rimovibili parziali formati da una porzione in resina, da archi e da ganci metallici, estetici o nascosti in altri manufatti protesici.

Le porzioni in resina sono studiate per sostituire tutti gli elementi dentari mancanti contemporaneamente, anche in posizioni non consecutive. Ciò è possibile grazie alla presenza di archi e di attacchi che connettono tra loro le diverse aree in resina.

I ganci o gli attacchi invisibili, servono da ancoraggio allo scheletrato, il quale utilizza gli elementi naturali o delle corone in ceramica, presenti in arcata come sostegno.

La manutenzione e la detersione quotidiana di questo manufatto protesico è indispensabile per evitare infiammazioni e colonizzazioni micotiche (candidosi orale) a livello della mucosa orale.

Presso il nostro centro, i pazienti che seguiranno questo percorso protesico riceveranno la giusta soluzione al caso specifico e saranno adeguatamente istruiti e motivati sulla manutenzione dei dispositivi in questione, inoltre verranno seguiti nel tempo attraverso controlli cadenziati.

Chiedici qualsiasi informazione

Clicca sul pulsante e compila il piccolo form.
Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.
COMPILA IL FORM
error: Content is protected !!