BAROTRAUMI DENTALI IN ACQUA

/BAROTRAUMI DENTALI IN ACQUA

BAROTRAUMI DENTALI IN ACQUA

2018-04-11T11:16:45+00:00 11/04/2018|

Giornale dell’Odontoiatra 15 nov. 2009 n° 16

 

 

Un case report apparso su Jada spiega come avvengono   i barotraumi dentali durante le immersioni  

Piccoli dolori o veri e propri  problemi dentali possono verificarsi se ci si immerge nelle profondità del mare:  quando la pressione esterna aumenta troppo velocemente , non sempre i tessuti dell’organismo umano riescono a mantenere il normale equilibrio.

Può capitare ai sub , infatti, di avvertire fastidi durante la discesa , quando la pressione sul corpo aumenta con la profondità ; ma è possibile avere disturbi anche in fase di risalita ?

Un gruppo di ricercatori turchi si è trovato a trattare un caso di questo tipo e l’ha descritto sulle pagine di Jada .

 

IL BAROTRAUMA IN ACQUA

“ Il barotrauma dentale si verifica quando la pressione esterna aumenta , perché nasce da un disequilibrio tra la compressione esercitata dall’ambiente e il volume dell’aria contenuta nelle cavità corporee : più l’aria o l’acqua che circondano l’organismo esercitano pressione , più l’aria contenuta nelle cavità interne si espande e rischia di danneggiare i tessuti che la contengono “ descrive Ilkay Peker , ricercatrice presso la facoltà di odontoiatria della Gazi University di Ankara , in Turchia .

“ Questo può avvenire sia nelle cabine degli aerei , dove possono verificarsi veloci aumenti di pressione sia in acqua durante le immersioni subacquee.

Un sub che si immerga velocemente può provare fastidio in corrispondenza , per esempio, di carie o di otturazioni realizzate in modo imperfetto : in queste condizioni ambientali le piccole bolle d’aria che si possono trovare tra il dente e il materiale odontoiatrico si espandono e possono causare dolore o addirittura il distacco dell’otturazione .”

 

UN CASO ENIGMATICO

E’ questo il caso del subacqueo quarantenne che è stato curato dagli autori dello studio .

“ Quando si trovava a 35 metri di profondità , in fase di risalita , il nostro paziente ha subito improvvisamente il distacco di due otturazioni e la frattura di una terza .

Un buon consiglio che possiamo dare ai pazienti appassionati di subacquea è innanzitutto quello di comportarsi come il protagonista di questa disavventura che ha avuto la prontezza di far scivolare le otturazioni distaccate sotto la lingua e le ha mantenute in quella posizione fino all’emersione per evitare che finissero accidentalmente nell’esofago o nella trachea  “ prosegue la ricercatrice ;  “ abbiamo poi appurato che le otturazioni erano effettivamente state realizzate in modo imperfetto tre anni prima e che avevano spesso causato piccole sensazioni di fastidio al paziente durante le immersioni ; il giorno in cui , però, si era spinto più in profondità di quanto facesse di solito , l’aria interna si è espansa fino a causarne il distacco “.

 

LA SPIEGAZIONE

Ma perché è avvenuto durante la risalita, quando ormai l’immersione era terminata e la pressione dell’acqua stava diminuendo ?

“ Noi ipotizziamo che in questo caso non comune il distacco possa essere dovuto all’azione del respiratore ; l’aria contenuta nelle bombole ha sempre una pressione leggermente maggiore rispetto all’ambiente esterno e la sua introduzione nel cavo orale unita comunque alle condizioni di pressione esterna e alla scarsa tenuta delle otturazioni può essere la causa del distacco “ spiega Peker “ Al di là del caso specifico, comunque, è bene che odontoiatri e appassionati di subacquea sappiano che i fastidi ai denti legati all’aumento della pressione devono essere segnalati e tenuti sotto controllo e che possono essere legati a un’otturazione ma anche alla presenza di carie o infiammazione perché i recettori del dolore possono essere stimolati dal disequilibrio pressorio .

Inoltre, è utile per gli odontoiatri  sapere che chi si immerge spesso per via della propria professione , come gli istruttori di subacquea o i sommozzatori delle forze dell’ordine , ha bisogno di cure più attente rispetto agli altri pazienti : è stato provato che   essere sottoposti a frequenti cambiamenti di pressione  causa un più veloce deterioramento della salute dentale in generale rispetto a chi lavora in condizioni di pressione normali.

 

 

  • “Dental  restoration dislodgment and fracture during scuba diving : a case of baro trauma “  J Am Dent Ass 2009 ;140;1118-21

 

 

error: Content is protected !!